iniziative
Portfolio

Note legali

 

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO APPLICABILI AL SERVIZIO DI ART CONSULTING

 

Le presenti condizioni generali di contratto ("Accordo") disciplinano le condizioni ed i termini con cui OPEN CARE s.p.a. ("OPEN CARE") accetta di esaminare il bene meglio indicato nell’offerta economica di OPEN CARE (rispettivamente, l’“Offerta” e il "Bene") e di esprimere una opinione sul suo valore economico, nonché, se indicato per iscritto nell’Offerta, sulla sua autenticità ed attribuzione. L’Accordo si conclude mediante accettazione dell’Offerta da parte del cliente o di suo rappresentante autorizzato (il “Cliente”).

 

1. L’indagine condotta da OPEN CARE parte dall’esame diretto del Bene o dall’esame delle riproduzioni fotografiche del Bene (a seconda di come concordato fra le Parti), nonché dall’esame delle eventuali altre informazioni e documentazione di corredo relative al Bene fornite dal Cliente.

 

2. Salvo che non sia stato diversamente indicato per iscritto nell’Offerta, il Cliente dichiara e garantisce ad OPEN CARE quanto segue, dando e prendendo atto che OPEN CARE non accetterebbe l’incarico qualora il Cliente non rilasciasse tali dichiarazioni e garanzie o qualora queste fossero incomplete, inesatte, false o fuorvianti:

 

  • (a) il Cliente ha la piena ed incontroversa proprietà del Bene, il quale (i) non è stato costituito in pegno, sottoposto a garanzie, sequestri o vincoli di qualsiasi natura in Italia o all’estero e (ii) non è oggetto di diritti obbligatori o reali, ovvero a pretese di qualsiasi natura da parte di terzi;

  • (b) il Cliente ha trasferito (o trasferirà) ad OPEN CARE tutte (e non meno di tutte) le informazioni in suo possesso relativamente alla provenienza del Bene e ad eventuali rilievi mossi da terzi in relazione alla proprietà, allo stato, all’autenticità, all’attribuzione, all’esportazione o importazione del Bene;

  • (c) il Bene è autentico e la sua attribuzione non è controversa (salvo che non sia stata richiesta un’opinione sull’autenticità o l’attribuzione del Bene, nel qual caso nulla si intende dichiarato o garantito da parte del Cliente in ordine all’autenticità ed attribuzione del Bene);

  • (d) tutte le informazioni fornite, per iscritto (incluse la descrizione del Bene e gli altri documenti, originali o in copia che siano) o oralmente, dal Cliente ad OPEN CARE relativamente al Bene (ed al suo stato di fatto e diritto) sono: (i) complete, accurate, veritiere, non fuorvianti, (ii) laddove applicabile, conformi agli originali (di cui sono copie fedeli) e (iii) ancora valide, nel senso che non esistono fatti (preesistenti o sopravvenuti) che le abbiano rese superate, false o fuorvianti;

  • (e) i documenti non firmati che il Cliente abbia consegnato ad OPEN CARE esprimono un contenuto perfettamente corrispondente a documenti adeguatamente firmati che sono in possesso del Cliente o da questi facilmente reperibili;

  • (f) le fotocopie di documenti firmati che il Cliente abbia consegnato ad OPEN CARE sono perfettamente genuine e, se presenti, le parti illeggibili, le cancellature o gli omissis non riguardano informazioni che sarebbero determinati o comunque utili ad OPEN CARE per l’espletamento dell’incarico affidato;

  • (g) laddove le informazioni fornite dal Cliente ad OPENCARE includano documentazione contrattuale o altra documentazione legale, tale documentazione è tuttora valida e vincolante, firmata da soggetti dotati dei necessari poteri, conforme alle leggi e regolamenti della giurisdizione di riferimento e le parti dei contratti sono (o sono stati) adempienti alle rispettive obbligazioni;

  • (h) i documenti fotografici forniti dal Cliente ad OPEN CARE che riproducono il Bene (o sue parti o dettagli) non sono stati oggetto di operazioni di fotoritocco o ad altre operazioni (comunque denominate) idonee ad alterare (in modo palese o surrettizio) la percezione del Bene ivi riprodotto;

  • (i) il Bene non è stato oggetto di dichiarazione di interesse culturale ai sensi dell’art. 13, D.Lgs. 42/2004, ovvero in relazione adesso non è stato avviato il procedimento di dichiarazione di interesse culturale, ai sensi dell’art. 14, D.Lgs. 42/2004 (o altra legge avente la medesima ratio in altra giurisdizione diversa da quella italiana), con conseguente sottoposizione del Bene alla disciplina vincolistica in tale decreto prevista;

  • (j) qualora il Bene sia entrato nel territorio dell’Unione Europea proveniente da un paese terzo, esso è stato legalmente importato nell’Unione Europea e legalmente e definitivamente esportato dal paese di provenienza in conformità alle leggi ivi in vigore, le prescritte dichiarazioni di importazione ed esportazione sono state regolarmente effettuate e ogni tassa o imposta per l’esportazione e l’importazione è stata pagata;

  • (k) il Bene è liberamente esportabile dal territorio della Repubblica Italiana, senza restrizioni;

  • (l) le iscrizioni, “autentiche”, adesivi e/o targhe (di qualunque natura o comunque denominate) apposte sul Bene (o a tergo di esso) sono originali, attendibili e il loro contenuto è corretto e non fuorviante;

  • (m) non esistono fatti che, se portati a conoscenza di OPEN CARE, avrebbero ragionevolmente indotto quest’ultima a dubitare delle informazioni ricevute dal Cliente o a mutare il proprio parere in relazione al Bene o a rinunciare all’incarico ricevuto o ad accettarlo a condizioni diverse.


Nel caso in cui una o più delle dichiarazioni e garanzie cessasse di essere completa, accurata, veritiera e non fuorviante, il Cliente dovrà darne immediata comunicazione per iscritto ad OPEN CARE. Il Cliente riconosce ed accetta che OPEN CARE nel suo giudizio sul valore economico del Bene o (se richiesto) sulla sua autenticità ed attribuzione, assumerà senza ulteriori verifiche (salvo l’esercizio della facoltà di cui al successivo Paragrafo 8) che tutte le dichiarazioni e garanzie di cui sopra siano complete, accurate, veritiere e non fuorvianti.

3. L’incarico che il Cliente conferisce ad OPEN CARE non comprende, neanche implicitamente:


(a) la verifica che la documentazione ricevuta dal Cliente (inclusa quella relativa all’autenticità del Bene, se applicabile) sia completa, accurata, veritiera, non fuorviante, congruente e non contraddittoria (salva comunque la facoltà di OPEN CARE di richiedere ulteriore documentazione e di proporre indagini suppletive, come previsto dal successivo Paragrafo 8). Laddove visia una visione diretta del Bene da parte di OPEN C
ARE, tale visione non avverrà allo scopo di verificare la qualità delle informazioni che il Cliente abbia fornito ad OPEN CARE. OPEN CARE è fin d’ora autorizzata a lavorare in buona fede sul presupposto che eventuali contraddizioni o incongruenze nelle informazioni rese dal Cliente possano essere riconciliate o trovino giustificazione in altra documentazione che il Cliente non possa o non intenda consegnare ad OPEN CARE;

 

(b) la verifica dell’autenticità o il parere in ordine all’attribuzione del Bene (salvo che tale verifica non sia stata esplicitamente richiesta per iscritto con l’Offerta. Anche laddove vi sia una visione diretta del Bene da parte di OPEN CARE, tale visione non avverrà allo scopo di verificarne l’autenticità o la corretta attribuzione.

 

4. Se richiesta, l’opinione di OPEN CARE sulla autenticità o attribuzione del Bene non potrà, in alcun modo, essere intesa come una garanzia di autenticità o attribuzione del Bene. In particolare, si precisa che nell’esprimere un’opinione sulla autenticità e sull’attribuzione di un Bene, OPEN CARE terrà conto anche dell’opinione condivisa dalla comunità degli studiosi, degli archivi e delle fondazioni che rappresentano gli artisti, la quale opinione può mutare nel corso del tempo.

 

5. Salvo diverso ed esplicito accordo scritto con il Cliente o diversa esplicita indicazione nell’Offerta, il parere espresso da OPEN CARE è reso unicamente a scopo informativo e con l’intesa che non sia divulgato a terzi o comunque reso pubblico senza il previo consenso scritto di OPEN CARE. Il parere espresso da OPEN CARE non deve in nessun caso essere inteso come garanzia di realizzabilità del valore del Bene sul mercato o, comunque, come garanzia di valore per altri specifici fini (ad es. determinazione di una base d’asta, o di una polizza assicurativa, o di un finanziamento garantito da pegno, ecc.), essendo inteso che tali realizzabilità e valore dipendono anche da una molteplicità di fattori diversi dal valore intrinseco astrattamente attribuibile a tale bene (ad es. il processo di vendita, la suddivisione dei lotti in asta, il marketing, le condizioni di mercato, l’urgenza di concludere la transazione, ecc.) e che determinati valori possono non essere risarcibili o realizzabili (ad es. il c.d. valore affettivo), specialmente in ristretti lassi temporali. L’opinione di OPENCARE riflette la percezione del perito che ha esaminato il Bene, il quale è un professionista competente che ha espresso il suo parere in buona fede e sulla base della propria sensibilità ed esperienza: non v’è tuttavia garanzia che altri professionisti esperti possano esprimere opinioni diverse ed assegnare al Bene un valore, autenticità o attribuzione diversi.

 

6. L’esame diretto del Bene normalmente avverrà nel luogo dove il Bene si trova ed il Cliente si impegna a consentire ad OPEN CARE l’accesso a tale luogo in normali orari d’ufficio, con l’intesa che ogni richiesta di accesso dovrà avvenire con un ragionevole preavviso e l’accesso sarà limitato al tempo strettamente necessario per l’esame del Bene. Qualora al fine di condurre l’esame diretto del Bene fosse necessario o opportuno trasferirlo presso i depositi di OPEN CARE, dovranno essere separatamente concordate le condizioni di trasporto che saranno comunque a carico del Cliente, salvo diverso accordo fra le parti. La custodia sarà regolata dalle condizioni generali in vigore per l’erogazione, da parte di OPEN CARE, del servizio di deposito. La custodia sarà gratuita fino al 15° (quindicesimo) giorno successivo a quello in cui OPEN CARE trasmetterà al Cliente i risultati della propria indagine sul Bene; decorso tale termine si applicheranno le tariffe in vigore per il servizio di deposito.

 

7. A fronte del servizio art consulting, il Cliente dovrà pagare il compenso indicato nell’offerta economica ricevuta da OPEN CARE, con l’intesa che OPEN CARE potrà rifiutare di consegnare il proprio parere (e, se del caso, anche il Bene che fosse custodito presso gli uffici di OPEN CARE) fintanto che tale importo non sia corrisposto.

 

8. Qualora l’esame diretto del Bene, le informazioni circa la sua provenienza e la eventuale documentazione di corredo relativa al Bene fornita dal Cliente siano, ad insindacabile giudizio di OPEN CARE, ritenute insufficienti al fine di esprimere un’opinione, OPEN CARE avrà la facoltà (ma non l’obbligo) di proporre indagini suppletive, che saranno tuttavia oggetto di un separato accordo e separatamente remunerate. Indipendentemente dallo svolgimento delle citate indagini suppletive, OPEN CARE consegnerà comunque, nel termine di cui al paragrafo successivo, una relazione dell’indagine svolta e dei risultati raggiunti, ancorché non conclusivi, salvo il casi di cui al precedente Paragrafo 7).

 

9. Il Cliente prende atto che le indagini svolte da OPEN CARE possono richiedere analisi e attività la cui durata può non essere prevedibile al momento della formulazione dell’Offerta. Pertanto, salvo il casi di cui al precedente Paragrafo 7, la relazione nella quale sarà espressa l’opinione di OPEN CARE ovvero i risultati delle indagini svolte, ancorché non conclusivi, in base al precedente paragrafo, saranno consegnati nei termini indicati nell’Offerta laddove siano stati prevedibili ed ivi indicati; ove invece i tempi di consegna non siano stati prevedibili nella formulazione dell’Offerta, la relazione sarà consegnata in tempi congrui, fermo restando che OPEN CARE farà i ragionevoli sforzi per contenere al massimo i tempi di consegna e ne manterrà informa to il Cliente..

 

10. Nello svolgimento della sua indagine OPEN CARE avrà la facoltà di contattare archivi, fondazioni o centri di documentazione ed il Cliente fin d’ora autorizza OPEN CARE a comunicare a tali soggetti la eventuale documentazione di corredo relativa al Bene che sia stata consegnata ad OPEN CARE, nonché gli eventuali dati personali del Cliente. Qualora OPEN CARE, a suo insindacabile giudizio, ritenesse di consultare un esperto potrà allegare il parere reso dal’esperto alla propria relazione. In ogni caso, OPEN CARE non assume alcuna responsabilità sulle opinioni espresse da tale esperto.

 

11. Open Care sarà responsabile dei danni che costituiscono conseguenza immediata e diretta dei propri comportamenti determinati da dolo o colpa grave, con espressa esclusione pertanto di ogni danno indiretto, di ogni danno derivato a terzi dall’uso che il cliente faccia dei risultati delle prestazioni del medesimo rese in forza del presente contratto, nonché di ogni danno cagionato in assenza di dolo o colpa grave. Il cliente è tenuto, pena decadenza di ogni azione, a comunicare per iscritto a Open Care, a mezzo raccomandata a.r., qualsiasi rilievo o reclamo in merito al servizio reso entro e non oltre 1 mese dalla data di fine lavori. Salvo tutto quanto previsto dal presente punto 11, in caso di responsabilità accertata di Open Care, il risarcimento è fin d’ora convenuto in una misura comunque non superiore all’importo incassato per l’espletamento delle attività svolte.

 

12. Questo accordo è disciplinato, interpretato e applicato in base alla legge italiana.


Un apposita informativa (ai sensi dell'articolo 13  D. Lgs. 196/2003) in merito al trattamento dei dati personali, sarà fornita al Cliente al momento della raccolta della documentazione contrattuale necessaria all'instaurazione del rapporto contrattuale.